SEO e SMO: l’ottimizzazione si fa Social

on gennaio 28 | in Social Media Marketing | by | with 2 Comments

Una panoramica sull’integrazione SEO e SEM in un guest post offerto da GreatContent.

seo smo greatcontent guest
Per un content market place come greatcontent riflettere su come si influenzino a vicenda e come si sviluppino SEO e SMO significa parlare del proprio pane quotidiano, per questo li abbiamo scelti come ospiti per inaugurare l’anno nuovo!

Per promuovere e portare all’attenzione del popolo del web un’attività, non basta più ottimizzare e ricorrere alle sofisticate tecniche SEO: è necessario essere virali, condividere, divertire, interessare, in sostanza avere un pubblico e tanti fan.

Se sino a pochi anni fa un’azienda operante sul web doveva fare i conti solo con Big G. e i suoi algoritmi, oggi per entrare nelle grazie di Google sarà necessario compiacere il popolo che abita e muove la rete. Ad ogni tecnica SEO si dovrà affiancare una mirata strategia SMO: ottimizzare un sito per i motori di ricerca e imporre la propria presenza sui Social Media, proponendo argomenti interessanti e condivisi, sarà la chiave del successo di ogni business.

SEO e SMO: facciamo le presentazioni

Il SEO (Search Engine Optimization) è la tecnica che mira all’ottimizzazione delle pagine per i motori di ricerca. Ottimizzare un testo significa utilizzare le giuste parole chiave, titoli e meta tag che riescano a catturare l’attenzione degli utenti, al fine di convogliare traffico verso il proprio sito, non solo in termini quantitativi ma soprattutto qualitativi.

Raggiungere la vetta dei motori di ricerca, a seguito dell’introduzione dell’ultimo algoritmo degli uomini di Big G. (se vuoi far la conoscenza del colibrì leggi l’articolo) non è più semplice come un tempo: bandito l’uso eccessivo di backlink e di contenuti sterili, oggi pensando a Google lo si potrebbe assomigliare più ad un uomo in carne ed ossa che ad una macchina che si muove su binari matematici.

Il motore di ricerca più utilizzato dagli internauti è infatti in grado di valutare la pertinenza dei contenuti, la naturalezza delle keyword inserite, la qualità dei backlink e soprattutto la notorietà del marchio presso il pubblico: come fa? E’ presto detto: attraverso il passaparola della tribù di internet che è misurato con le condivisioni in Google +, con i Tweet, con i “Mi Piace”, con il chiacchiericcio generato su LinkedIn o Pinterest.

E’ qui che deve innescarsi una strategia SMO: la Social Media Optimization sarà la migliore soluzione per far conoscere il brand, creare la sua immagine negli utenti, affermare valori e condividere interessi. Una volta che l’azienda avrà stretto amicizia con il suo target, partirà il passaparola che ne aumenterà la visibilità; dalla conoscenza alla vendita sarà solo un passo.

SEO e SMO in 7 mosse

Mark Traphagen e Joshua Berg sono tra i principali conoscitori e sostenitori della strategia SMO, in grado, a loro parere, non solo di aumentare la fama di un marchio ma soprattutto di accrescere il page rank del sito di riferimento. La socialità di un’azienda, le discussioni e il passaparola che genera, saranno elementi identificati da Google come propri di un sito dai contenuti accattivanti ed originali.

Per colpire al cuore il pubblico e i motori di ricerca si dovrà prima di ogni cosa trovare il Social Network giusto, e per farlo basterà chiedersi quale sia il proprio target. Stabilita la piattaforma, si potrà fare il secondo passo, ossia diventare Social: intervenire nelle discussioni e nei forum di settore, pubblicare contenuti, condividere idee, suscitare curiosità e dibattito. In questo modo si otterrà automaticamente l’autorevolezza necessaria a farsi riconoscere come affidabili e competenti nel proprio campo: maggiori saranno i retweet, i Google+, i Mi Piace legati ad un autore o ad un’attività, più velocemente Google e gli altri motori di ricerca gli affideranno le vesti di leader, perché attraverso contenuti SEO di valore coinvolge un ampio bacino di utenti. (per un approfondimento sui contenuti SEO clicca qui).

Ovviamente raggiungere tali riconoscimenti, dagli utenti e da Google, richiede impegno, misurato sia in costanza di pubblicazioni che in tempo speso ad interagire con i membri della propria community. Proporre dei contenuti interessanti, divertenti, che catturino l’attenzione porterà all’ultimo passo, il click che aumenterà la reputazione e che farà crescere il rank nel posizionamento del motore di ricerca.

Se è vero che per affermarsi come leader nella propria nicchia di mercato, oggi più di ieri, richiede molto impegno e regolarità, è anche vero che a differenza del passato esistono abili web copywriter che hanno fatto della tastiera la propria penna e dello schermo la propria carta: affidarsi a professionisti del settore è l’arma vincente per imprimere una marcia in più ad ogni attività.

Per saperne di più sul lavoro di un content market place potete dare un’occhiata sul sito di greatcontent e sul loro blog.

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

2 Responses

  1. Angelo Buoscio scrive:

    Vi confermo che questa tecnica da i suoi buoni risultati, in alcuni nostri progetti l’abbiamo usata e i risultati sono stati ottimi, ad esempio per sigarettanoproblem abbiamo fatto quello che noi chiamiamo “contest”, dove realizziamo articoli, discussioni, etc… che danno modo agli utenti di parlare e (passatemi il termine) spettegolare, con il beneficio che ha distanza di diversi mesi alcune discussioni sono ancora accese…. i risultati? se cercate su Google liquidi sigaretta elettronica, il sito è in prima pagina, nelle prime posizioni.
    Complimenti ottimo articolo.
    Ciao
    Angelo

  2. Vitalino scrive:

    Ottimo anche lo strumento Pagerank Check per analizzare la propria pagina oppure quella dei competitori! Tanti Strumenti SEO raccolti in un unico portale. Comodissimo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top