Facebook è stressante e parlare al telefono dà ancora soddisfazione

on marzo 27 | in Social Media Marketing | by | with No Comments

Della serie “Stanchi di Facebook?, Facebook è anche stressante. Almeno così risulta da una recente ricerca.

Secondo uno studio effettuato da Rebtel, una società di servizi VoIP (un competitor di Skype per capirsi), Facebook è il social network più stressante rispetto a tutti gli altri.

Stanchi di Facebook?Il 19,4% degli intervistati afferma che è proprio il famoso social ad influire maggiormente in maniera negativa sul loro stato d’animo rispetto ad altre piattaforme di condivisione online. Tuttavia è sempre Facebook lo strumento in grado di dare le maggiori soddisfazioni (per il 45,9%) fra tutti i social media.

Fortunatamente l’assenza o un utilizzo inferiore rispetto alla media quotidiana dei social network non influisce negativamente sull’utente: il 58,0% degli intervistati afferma che ciò non impatta sul loro stato d’animo, mentre in molti addirittura si sentono più calmi e felici.

E se anche voi siete fra il 12,3% di coloro che credono di perdersi qualcosa se per un giorno utilizzano meno i canali social, spero che almeno siate ancora fra coloro i quali preferiscono una telefonata (59,7%) o vedersi faccia a faccia (22,5%), quantomeno a video,  per condividere dei momenti importanti con amici e familiari lontani, piuttosto che condividerli soltanto tramite Facebook & co…

Qua sotto tutti i dati… molto interessanti.

1. Quale social media ti stressa di più?

  • Facebook – 18,7%
  • LinkedIn – 3,4%
  • Twitter – 3,2%
  • YouTube – 1,8%
  • MySpace – 1,1%
  • Foursquare – 0,7%
  • Tumblr – 0,5%
  • Reddit ­ 0,4%
  • Instagram – 0,3%
  • Pinterest – 0,1%
  • Nessun social mi stressa – 68,9%
  • Altri – 1,0%

2. Quale social influisce maggiormente in maniera negativa sul tuo stato d’animo?

  • Facebook – 19,4%
  • Twitter – 4,7%
  • LinkedIn – 4,1%
  • MySpace – 3,6%
  • YouTube – 2,9%
  • Instagram – 0,8%
  • Pinterest – 0,7%
  • Foursquare – 0,6%
  • Tumblr – 0,4%
  • Reddit ­ 0,3%
  • Nessun social ha effetti negativi sul mio stato d’animo – 61,3%
  • Altri – 1,3%

3. Quale social influisce maggiormente in maniera positiva sul tuo stato d’animo?

  • Facebook – 45,9%
  • YouTube – 17,5%
  • LinkedIn – 6,5%
  • Twitter – 4,0%
  • Pinterest – 1,7%
  • Instagram – 1,4%
  • Reddit – 1,3%
  • Foursquare – 0,3%
  • MySpace – 0,3%
  • Tumblr – 0,1%
  • Nessun social ha effetti positivi sul mio stato d’animo – 19,6%
  • Altri – 1,3%

4. In un giorno nel quale controlli i tuoi account social più della media, come ti senti?

  • Annoiato – 10,6%
  • Felice – 9,1%
  • Calmo – 6,9%
  • Stressato – 6,0%
  • Ansioso – 4,7%
  • Come se mi fossi perso qualcosa – 3,1%
  • Sollevato – 2,7%
  • Triste – 0,8%
  • Nessun effetto – 54,7%
  • Altro – 1,5%

5.  In un giorno nel quale controlli i tuoi account social meno della media, come ti senti?

  • Come se mi fossi perso qualcosa – 12,3%
  • Calmo – 9,1%
  • Felice – 7,0%
  • Sollevato – 3,9%
  • Annoiato – 3,7%
  • Ansioso – 3,4%
  • Stressato – 1,3%
  • Triste – 0,5%
  • Nessun effetto – 58,0%
  • Altro – 0,8%

6. Cosa ti spinge ad utilizzare i social location based (e.g. Foursquare)?

  • Voglio far sapere ad amici e famigliari dove sono stato – 34,6%
  • Voglio ricevere offerte da parte di rivenditori – 22,9%
  • Voglio mostrare dove sono stato – 16,1%
  • Voglio avvertire altri che sono vicino a loro – 15,1%
  • Voglio guadagnare punti e badge – 11,2%

7. Quale metodo di comunicazione ti soddisfa di più quando comunichi con famigliari, amici o colleghi?

  • Parlare al telefono – 59,7%
  • Video chat – 22,5%
  • Social Media – 6,6%
  • SMS – 5,8%
  • Instant Messaging – 2,4%
  • IP-messaging (e.g.  WhatsApp) – 2,1%
  • Altro – 0,9%

8. Ti infastidisce essere incluso in un aggiornamento di stato di Foursquare o simili?

  • Si – 45,0%
  • No – 55,0%

Disclaimer: L’indagine è stata condotta online da Rebtel utilizzando SurveyMonkey e ha coinvolto utenti Rebtel dai 18 anni in su. Il campione dell’indagine si basa su 1.632 rispondenti proprietari di dispositivi mobili. Questo sondaggio non si basa su un campione probabilistico che non garantisce la rappresentabilità della popolazione, per questo non è possibile generalizzare i risultati dell’indagine.

[Fonte: WebWire| Via: Tagliaerbe]

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top