Bitcoin, la moneta del futuro

on marzo 19 | in eCommerce, Social Media Marketing | by | with No Comments

bitcoin_goldv2-620x250

Che cosa è Bitcoin?

Bitcoin è la moneta digitale di cui sentirete molto parlare nei mesi a venire. Il suo funzionamento si basa sul software open source omonimo, appositamente sviluppato per l’uso di questa moneta e su un protocollo internet peer-to-peer, che per definizione identifica le transazioni on line tra due computer o tra due nodi di rete, in modo decentralizzato. Non c’è un’autorità centrale che distribuisce nuova moneta o traccia le transazioni, né l’intervento di banche che coniano, rilasciano e distribuiscono valuta. Queste operazioni sono gestite collettivamente dal network.

Bitcoin è stata introdotta da uno sviluppatore anonimo conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, nel 2009. Da allora, il suo valore è cresciuto esponenzialmente passando da 0.05$ nel 2010 a circa 40$ all’inizio di marzo 2013. Ad oggi (15 marzo) il tasso di cambio è di circa 47 dollari USA e circa 36 euro.

Una moneta puramente digitale, creata da un hacker anonimo, che opera al di fuori dei sistemi bancari tradizionali del mondo. Fantascienza? No, considerato che il valore dei bitcoin è triplicato solo negli ultimi due mesi, e che la base monetaria è stimata ad oggi in oltre 360 milioni di veri dollari.

bitcoin_openBitcoin è la forma più diffusa di alternative currency, e una delle prime implementazioni del concetto di cryptocurrrency (cryptomoneta), descritto per la prima volta nel 1998 da Wei Dei nella mailing list Cypherpunks. Secondo questa visione, può essere considerato moneta ogni oggetto, o dato, che sia accettato come pagamento per beni e servizi in un dato paese o contesto socio-economico.

Come funziona

A differenza della valute tradizionali, Bitcoin non si basa su un emittente unico come una banca centrale o un governo. La sua distribuzione e circolazione è legata esclusivamente al suo software e all’utilizzo della moneta stessa da parte del network. I fondi vengono gestiti attraverso un database che tiene traccia di tutte le transazioni, le verifica e ne garantisce la sicurezza grazie all’utilizzo della crittografia, che ad esempio permette di spendere bitcoin solo al legittimo proprietario e impedisce il cosiddetto “double spending”.

I bitcoin possono essere salvati sul proprio personal computer in una sorta di portafoglio digitale, oppure mantenuti presso siti di terze parti che fanno da intermediari. Possono poi essere trasferiti via internet a tutti gli utenti Bitcoin. Una bitcoin si suddivide in 100 unità più piccole dette satoshis.

La struttura peer-to-peer della rete Bitcoin e la mancanza di un ente centrale impediscono a qualunque autorità, governativa o meno, di manipolare il valore dei bitcoin o di introdurre inflazione creando nuova moneta.

Bitcoin & e-commerce

“La questione non è se le aziende utilizzeranno e accetteranno Bitcoin, ma solo quando lo faranno”, ha affermato D. Charbonneau, CEO di CBT Nuggets, società di on line training specializzata in ambito IT. “I vantaggi sono molteplici: non ci sono rischi di frode, addebiti ulteriori, furti di identità. È un modo innovativo e semplice di accettare pagamenti on line. L’unico svantaggio potrebbe riguardare il consumatore che deve potersi fidare totalmente del sito da cui sta acquistando. Che in definitiva è un  fattore che farà bene all’e-commerce in generale, spingendo le imprese a essere sempre più trasparenti e credibili agli occhi dei clienti”.

Negli ultimi mesi player importanti come WordPress, Reddit e il sito di hosting Mega, insieme a molti altri, hanno cominciato ad accettare bitcoin come forma di pagamento.

bitcoin_ecommerceDal punto di vista del business, il processo è piuttosto semplice: il modo più diffuso è creare un account BitPay, in modo analogo all’integrazione di altri servizi come PayPal, dopodiché è possibile ricevere pagamenti in bitcoin. I vantaggi sono molteplici: innanzi tutto il margine è più elevato, perché non viene eroso dal ricavo alcuna percentuale di servizio (come avviene invece per le carte di credito). PayPal inoltre non accetta pagamenti da alcuni paesi in via di sviluppo, fatto che ha spinto siti come WordPress a sperimentare Bitcoin. Idem per Visa e MasterCard. In questo senso Bitcoin permette una concorrenza davvero globale senza i vincoli legati a tasse, fee di import-export e senza governi o paesi in grado di controllare il mercato.

La nuova corsa all’oro: comprare e vendere Bitcoin

A differenza del denaro fisico, inoltre, Bitcoin cresce di valore col passare del tempo. È vero che il tasso di cambio è crollato diverse volte in passato, ma è sempre tornato a crescere, e il recente aumento del volume di scambi e della circolazione di bitcoin dovrebbe garantire una maggiore stabilità. Insomma sembra proprio che comprare bitcoin sia un investimento, che consente di conservare (e moltiplicare) i risparmi più di qualsiasi conto bancario o portafoglio di azioni. Gli early adopter di Bitcoin, che hanno acquistato moneta nei suoi primi anni di circolazione possono già beneficiare del suo aumento di valore, mentre cresce l’interesse degli speculatori che vogliono cavalcare l’onda. E il rapporto rischio-beneficio è tutto sommato molto vantaggioso.

bitcoin_goldIl fatto che non sia legata ad alcuna valuta reale né a una struttura centralizzata, ma che il suo valore sia stabilito in base al valore e al volume degli scambi, appare come un vantaggio, soprattutto in tempi di incertezza economica. Sempre secondo Charbonneau, Bitcoin riporta ai tempi del cosiddettogold standard” (quando, negli anni ’60, l’emissione di dollari statunitensi era garantita dall’oro), perché non si possono semplicemente creare più bitcoin – come invece avviene per i dollari.

L’unico modo per generare nuovi bitcoin è attraverso complesse operazioni di crittografia matematica, che richiedono molto tempo e risorse computazionali. Il software è progettato per rilasciare nuove monete ad un ritmo costante e ben definito: in questo momento, e fino al 2030, ogni 10 minuti viene generato un nuovo “blocco” di 25 bitcoin, aggiungendo al totale dei bitcoin in circolazione circa 10,8 milioni di pezzi.

I critici sostengono che il carattere anonimo della moneta potrebbe renderla uno strumento monetario facilmente utilizzabile per riciclare denaro. E Bitcoin è già la moneta standard di Silk Road, un noto store di droga on-line. Tuttavia, i sostenitori Bitcoin pensano che l’aumento di valore e la crescita del numero di utilizzatori porteranno a una più diffusa accettazione, e la vedono come una valida alternativa al contante tradizionale.

Come utilizzare Bitcoin (e se già pensate al business)

Per iniziare a utilizzare Bitcoin, è possibile scaricare il software disponibile su sito e installarlo sul pc per creare il proprio portafoglio digitale. In alternativa, è possibile utilizzare dei siti intermediari (Coinbase, Instawallet, MyWallet) ed avere un portafoglio on line. In questo caso non è necessario installare il software. Una volta che il portafoglio è stato creato, si riceve un indirizzo Bitcoin e si è pronti per ricevere bitcoin. Per acquistare bitcoin ci sono poi molteplici alternative in base al paese e alla valuta.

bitcoin_coinSe desiderate saperne di più, e se avete interesse a scoprire come è possibile utilizzare Bitcoin per il business – ad esempio come forma di pagamento e-commerce – oltre a  visitare  il sito ufficiale, vi suggerisco i video di on line training realizzati da CBT Nuggets che trattano una serie di topic specifici, da come  installare e utilizzare un portafoglio Bitcoin, a  come aggiornare siti web aziendali per accettare i pagamenti in moneta virtuale.

 

 

The following two tabs change content below.

Geraldina Scarascia

On Line Marketing Consultant
Laureata in comunicazione d’impresa, appassionata di web, mass-media e nuove tecnologie, si occupa di e-commerce e marketing digitale presso una società di ricerca e consulenza a Milano. Sul suo blog scrive di come tecnologia e “nuovi” media hanno modificato i modelli comunicativi e l’interazione sociale.

Commenti su Facebook

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top