#SocialMediaABC: i Social Media spiegati da… Stefano Mizzella!

on novembre 30 | in Interviste | by | with No Comments

Ancora #SocialMediaABC ed oggi è la volta di Stefano Mizzella!

Un passato da Social Media Strategist in Open Knowledge, società internazionale di consulenza specializzata nel Social Business, e da co-direttore del corso Social Media Lab presso l’Università IULM di Milano, oggi Stefano lavora come Digital & Social Strategist in H-Farm Ventures, un Venture Incubator che opera a livello internazionale in ambito Web, Digital e New Media, favorendo lo sviluppo di startup basate su innovativi modelli di business.

Oltre a lavorare persso H-Farm Ventures, oggi Stefano è docente presso Digital Accademia, dove svolge attività di formazione all’interno del MasterLab in Digital Economics & Entrepreneurship (MA.D.E.E.), e cura il suo blog Social Media Scape, dove tratta temi legati ai Social Media e al mondo Digitale.

Dopo avervi presentato l’ospite del giorno e avervi ricordato che QUI trovate tutte le interviste, lascio la parola a Stefano… Via!

1. Ciao Stefano, presentati: chi sei e cosa fai nella vita?

Collaboro con H-Farm e Digital Accademia. Sto per lanciare una startup focalizzata sul rapporto tra design e innovazione.

2. Da quanto sei “online” e quanto tempo passi mediamente in rete?

Sono online dal 1995. Passo in rete molto tempo, alcuni dicono troppo, ma a me piace così.

Grazie mille per esserti presentato, adesso passiamo alle vere domande. ;)

3. Cos’è per te il Web?

In molti vedono il web come una rivoluzione. Lo è, forse lo è già stato. Nel presente e nel futuro il web sarà qualcosa di naturale e di necessario, come l’acqua.

4. Cosa sono per te i Social Media?

Considero i social media non un fine ma un mezzo. Non serve a niente esserci senza uno scopo e questo scopo dovrebbe avere a che fare più con l’innovazione che con la conta dei fan.

5. Il Web e i Social Media hanno cambiato la tua vita? Se sì, come?

Mi sembra eccessivo dire questo. Mi hanno aiutato a capire quale direzione prendere a livello professionale e mi sono divertito nel studiarli e lavorarci.

6. Online e offline sei la stessa persona?

Online e offline sono per me la stessa cosa. Si possono indossare tante maschere quante ne richiede la vita, a prescindere dall’essere o meno sul web.

7. Cosa condividi normalmente?

Solitamente preferisco condividere contenuti professionali o comunque legati alle tematiche che mi interessano e di cui voglio parlare con il mio network. I contenuti strettamente personali sono il 10%

8. Cosa non condivideresti mai?

Non condividerei mai quello che per vari motivi, nel bene e nel male, merita di restare confinato alla comunicazione uno a uno.

9. Cos’è per te Facebook?

La dimostrazione del fatto che nel web siamo il network con cui interagiamo. La qualità di quello che leggiamo dipende da chi seguiamo.

10. Cos’è per te Twitter?

Twitter è sinonimo di velocità, istantaneità e semplicità. La vera sfida sta nel distinguere il segnale da rumore.

11. Cos’è per te YouTube?

La vera TV che ancora guardo, senza i tempi del palinsesto.

12. Cos’è per te LinkedIn?

Un buon esempio di network professionale ma per molti versi ancora migliorabile.

13. Fra i social non descritti sopra, citane uno degno di nota.

Mi diverte usare Fancy, ancora più di Pinterest, per le sue dinamiche di shopping legate al mood del momento

14. Un traguardo che non avresti raggiunto senza l’aiuto del Web e dei Social Media.

Avrei fatto molta fatica a interagire con amici o potenziali collaboratori fuori dall’Italia

15. Che vita faresti in un mondo senza il Web?

Forse metterei i soldi da parte per aprire un agriturismo, senza preoccuparmi delle recensioni di Trip Advisor. ;)

16. Che cosa è cambiato nelle relazioni interpersonali con l’avvento dei social media?

La facilità con cui è possibile condividere emozioni e pensieri superando a volte le barriere della timidezza e della reverenza

17. C’è qualcosa che ti spaventa nel Web e nei Social Media in particolare?

Nulla in particolare perché considero il web e i social come strumenti, di conseguenza è l’utilizzo che se ne fa a decretarne il bene o il male.

18. Fra tutti i social media devi salvarne uno soltanto, quale? Perché?

Twitter. Perché sarà il collettore ideale di vecchi e nuovi social.

19. Quale evoluzione prevedi in ambito social?

Vorrei che le aziende utilizzassero sempre più i social per favorire l’innovazione, dentro e fuori l’azienda, limitando i contest e la caccia  ossessiva ai fan.

20. Una risposta che avresti voluto dare ad una domanda che però non ti ho fatto.

L’imprenditore “social” a cui mi ispiro. Senza dubbio Jack Dorsey.

Grazie Stefano per aver preso parte anche tu a #SocialMediaABC, è stato un piacere averti come ospite! :)

Restate in contatto con Stefano seguendo il suo blog Social Media Scape, ma lo trovate anche su Facebook, Twitter, su Slideshare con interessantissime presentazioni e su LinkedIn.

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top