#SocialMediaABC: i Social Media spiegati da… Stefano Besana!

on agosto 13 | in Interviste | by | with No Comments

Dopo Stefano Leotta, Stefano Principato, Stefano Quadraro ecco un quarto Stefano per #SocialMediaABC .

Fra gli “Stefani del Social Web” non poteva di certo mancare… Stefano Besana.


Stefano è Social Learning Consultant in OpenKnowledge , società specializzata in Social Business, Social Media Marketing, Innovazione Collaborativa, Enterprise 2.0 e tra le altre cose società organizzatrice del Social Business Forum.

In passato è stato consulente per diverse aziende occupandosi dello sviluppo di comunità online e dal 2008 Stefano è  Social Media Strategist & Press Office Manger per JazzAscona Festival, collabora attivamente in diversi percorsi formativi dell’Università Cattolica di Milano, del Milano Fashion Institute e del Sole 24 Ore.

Come Emanuela Zaccone, recente ospite di #SocialMediaABC, Stefano è stato vincitore del premio Working Capital di Telecom Italia e collabora al progetto Young Digital Lab.

Per non farsi mancare niente, Stefano ci tiene aggiornati sulle sue ricerche attraverso il suo blog “Social Learning” dove è possibile trovare ottimi spunti e riflessioni su temi vicini Social Business.

Finite le presentazioni, lascio la parola a Stefano… Via!

Se state cercando tutte le facce da #SocialMediaABC, visitate la pagina dedicata QUI.

1. Ciao Stefano, presentati: chi sei e cosa fai nella vita?

Sono Social Learning & Social Business Consultant in OpenKnowledge e Social Media Strategist del Festival JazzAscona

2. Da quanto sei “online” e quanto tempo passi mediamente in rete?

Purtroppo – o per fortuna – più o meno la maggior parte del mio tempo .

Grazie mille per esserti presentato, adesso passiamo alle vere domande. ;)

3. Cos’è per te il Web?

Una delle più grandi invenzioni dell’uomo, credo, ha rivoluzionato il nostro modo di comunicare e di scambiare le informazioni che è ciò che ci rende esseri razionali.

4. Cosa sono per te i Social Media?

Una rivoluzione ancora più democratica del Web. E’ prima di tutto una presa di coscienza del consumatore e del cliente rispetto al proprio potere e alla propria conoscenza

5. Il Web e i Social Media hanno cambiato la tua vita? Se sì, come?

Considerando che sono il mio lavoro direi assolutamente si. Senza di essi dovrei reinventarmi il mestiere.

6. Online e offline sei la stessa persona?

Ci provo! Sono molto attento a fare in modo che le due “realtà” combacino il più possibile. E’ anche questo parte del mio lavoro

7. Cosa condividi normalmente?

Li uso principalmente per lavoro. Quindi i contenuti sono di quel tipo. Ma cerco sempre di differenziare molto secondo la piattaforma. Su Facebook per esempio non solo lavoro

8. Cosa non condivideresti mai?

Mi cogli in contropiede. Niente che possa espormi a rischi. In generale pero’ mi fido abbastanza dei Social Media

9. Cos’è per te Facebook?

Un incredibile rete di persone che ha raggiunto delle dimensioni imponenti e che aziende di tutto il mondo stanno incominciando a usare

10. Cos’è per te Twitter?

Uno strumento potentissimo in grado di farci capire e farci conoscere quello che accade –in tempo reale- nel mondo

11. Cos’è per te YouTube?

Il futuro della musica.

12. Cos’è per te LinkedIn?

Il futuro del lavoro

13. Fra i social non descritti sopra, citane uno degno di nota.

Google+, nato in un momento sbagliato ma assolutamente eccezionale. E Flickr – ma solo perché io sono appassionato di foto e fotografia

14. Un traguardo che non avresti raggiunto senza l’aiuto del Web e dei Social Media.

Avere un lavoro in cui divertimento e fatica rappresentano un mix interessantissimo

15. Che vita faresti in un mondo senza il Web?

Bella domanda: non ne avrei idea. Ho studiato per essere un formatore quindi forse farei i formatore vecchio stampo, senza né e-learning né tantomeno social learning

16. Che cosa è cambiato nelle relazioni interpersonali con l’avvento dei social media?

Credo molto, ma al tempo stesso le relazioni vere…

17. C’è qualcosa che ti spaventa nel Web e nei Social Media in particolare?

L’ignoranza e la mancata consapevolezza nell’uso del mezzo. Sono catalizzatori d’informazioni. Se usati male sono pericolosissimi

18. Fra tutti i social media devi salvarne uno soltanto, quale? Perché?

Google+: cosi’ almeno la gente sarà costretta a usarlo :P

19. Quale evoluzione prevedi in ambito social?

M’interessa molto l’Augmented Reality, penso che sia una frontiera di integrazione interessante. Anche il social business si evolverà molto nel prossimo futuro.

20. Una risposta che avresti voluto dare ad una domanda che però non ti ho fatto.

Mi faccio pubblicità: 140 caratteri sono davvero pochi. Per chi è interessato sono reperibile qui: www.sociallearning.it e ovviamente su altri mille canali.

Grazie Stefano per aver partecipato anche tu a #SocialMediaABC, è stato un piacere averti come ospite.  ;)

Il consiglio, come sempre, è di restare in contatto con l’ospite del giorno. In questo caso potete seguire Stefano su Twitter, Facebook, Google+, LinkedIn, Slideshare e non dimenticate di “feedarvi” il suo interessantissimo blog Social Learning.

Alla prossima!

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top