#SocialMediaABC: i Social Media spiegati da… Gianluca Diegoli!

on marzo 30 | in Interviste | by | with No Comments

Sono già 7 le interviste #SocialMediaABC pubblicate… e siamo solo all’inizio!

Per  questo ottavo appuntamento ho il piacere di presentarvi ed ospitare Gianluca Diegoli, “meglio conosciuto” come [mini]marketing o @gluca. Esperto di marketing, comunicazione ed ecommerce, scrive  sul suo blog dal 2004, si occupa di consulenza e formazione, parla spesso ad eventi, scrive interessantissimi libri e… non vi basta?!

Prima di leggere le risposte di Gianluca, vi ricordo che trovate tutte le interviste della rubrica alla pagina dedicata #SocialMediaABC.

Via…

1. Ciao Gianluca, presentati: chi sei e cosa fai nella vita?
Sono un tipo che si occupa dell’impatto del web sul business delle aziende. cercando di farlo risultare morbido, e lo pagano pure!
2. Da quanto sei “online”  e quanto tempo passi mediamente in rete?
Online da sempre vale? dal 1995, un’altra epoca. Quanto tempo? esiste una separazione tra vita, tempo e rete? Davvero?
Grazie mille per esserti presentato, adesso passiamo alle vere domande. ;)
3. Cos’è per te il Web?
Un modo per comunicare, produrre, cambiare il mondo. Qualcosa che ci è capitato e ha cambiato il corso della storia.
4. Cosa sono per te i Social Media?
Social media è solo la definizione di “relazioni tra persone” pensata per far capire un po’ alle aziende di cosa si sta parlando. Media non è la parola giusta, ma ormai…
5. Il Web e i Social Media hanno cambiato la tua vita? Se sì, come?
Be’, hanno *creato* la mia vita, nel bene e nel male. Se non ti hanno cambiato la vita, vuol dire che stai ancora vivendo in un’altra epoca, magari felicemente, eh.
6. Online e offline sei la stessa persona?
No, offline sono meno brillante e tendenzialmente poco socievole con gli sconosciuti. Aspetta, anche online, in effetti…
7. Cosa condividi normalmente?
Solo cose che penso potrebbero interessare ad almeno un’altra persona o due.
8. Cosa non condivideresti mai?
Le cose che altri scrivono solo a me, per esempio via email o di persona. Ma questo vale in generale, no?
9. Cos’è per te Facebook?
FB è il più grande esperimento di creazione di contenuti da parte di persone che non sanno davvero crearli. Mi piace e mi diverte, ma non lo uso per trovare cose interessanti per il lavoro, ma solo per farmi due chiacchiere, come al bar.
10. Cos’è per te Twitter?
Twitter è un flusso di informazioni, con in più un po’ di sano feedback che dai e che ricevi dagli altri. E’ così stupido, che ognuno può usarlo come vuole, è ottimo in questo.
11. Cos’è per te YouTube?
Niente di che, ma a mio figlio piace tanto, dice che così può vedere la tv quando ha finito i compiti o quando ne ha voglia. Però la gente dei commenti di YT è divertentissima.
12. Cos’è per te LinkedIn?
e’ come la frutta e la verdura: “dovrei mangiarne di più” mi dico, ma spesso mi annoia, spesso perché in Italia molti non capiscono che infestarlo di spam autopromozionale non serve a nulla.
13. Fra i social non descritti sopra, citane uno degno di nota.
Instagram: le immagini trasmettono molto di chi le scatta. E poi ci si stanca meno che a leggere.
14. Un traguardo che non avresti raggiunto senza l’aiuto del Web e dei Social Media.
Quello di liberarmi dal lavoro dipendente :)
15. Che vita faresti in un mondo senza il Web?
La vita che facevo a vent’anni? Cercare disperatamente di non annoiarsi, cercando disperatamente cose da leggere.
16. Che cosa è cambiato nelle relazioni interpersonali con l’avvento dei social media?
Si rimane in contatto con molte più persone, in modo più sporadico, ma solo per le cose davvero in comune. Abbiamo abolito le serate delle diapo, che è un bel risultato.
17. C’è qualcosa che ti spaventa nel Web e nei Social Media in particolare?
In particolare no, ma mi spaventa l’ignoranza. Ma risolvere quella è fuori dalla portata dei prossimi dieci anni.
18. Fra tutti i social media devi salvarne uno soltanto, quale? Perché?
Facebook, perché sennò milioni di italiani tornerebbero a guardare la TV. E i negozianti non saprebbero che fare tra un cliente e l’altro.
19. Quale evoluzione prevedi in ambito social?
Mi sa che sarà sempre più difficile lanciare social generalisti, G+ lo dimostra. Però si tornerà ad avere delle nicchie interessanti, per argomenti e interessi. Come, non lo so.
20. Una risposta che avresti voluto dare ad una domanda che però non ti ho fatto.
Ma come, la domanda “cosa deve fare un’azienda sui social” dov’è? Deve fare un checkup preventivo  alla salute dei suoi prodotti, alla soddisfazione dei propri clienti. Se è ok, vai fuori e inizia a correre con gli altri :)

Grazie mille Gianluca per esserti reso disponibile per questa iniziativa. [mini]marketing è stato uno dei primi blog che ho iniziato a seguire molti anni fa, quindi per me è stato davvero un piacere ospitarti. ;)

Invito tutti a seguire Gianluca sul suo sito [mini]marketing, su Twitter, su Facebook e per chi fosse interessato ai corsi di formazione, vi consiglio di visitare il sito DigitalUpdate.

Alla prossima!

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top