2012, l’anno di Twitter? Qualche consiglio…

on gennaio 10 | in Social Media Marketing | by | with 1 Comment

In molti dicono che il 2012 sarà l’anno di Twitter. Ovunque, online e offline, si legge che sarà un altro anno da record per il famoso social network, tanto che addirittura Panorama ha dedicato una copertina e  pubblicato una guida per approcciare al social sharing in 140 caratteri.
Sarà che molti VIP nel 2011 hanno iniziato a cinguettare, sarà che molte televisioni (anche Italiane, Alleluja!) sono venute a conoscenza del più veloce mezzo di comunicazione al mondo (ovvero Twitter), sarà…

Ad ogni modo, quanto segue non vuole essere una guida, ne trovate a centinaia sul Web, piuttosto vorrei concentrarmi su qualche consiglio per l’utilizzo pratico e quotidiano di Twitter, sui followers, sul loro valore e sulle possibilità di far crescere la propria audience in maniera razionale e costante.

TWITTER VIA MOBILE

Molti di voi utilizzeranno Twitter da smartphone (moltissimi da iOS o Android). Per la gestione degli status update in mobilità mi sento di consigliare Echofon a tutti gli utenti iOS e Hootsuite (non un ripiego ma una valida alternativa) per gli utenti Android. Fra le centinaia di apps disponibili certamente queste sono fra le migliori e tra l’altro sono disponibili entrambe in versione free (Echofon con adv) senza limitazioni .

TWITTER VIA DESKTOP

Premesso che Echofon è disponibile anche per PC/MAC e come addon Firefox, per la gestione desktop della propria timeline, fra le due sopracitate vi consiglio Hootsuite, una web app che vi permetterà di gestire il vostro account (o più di uno) tramite una dashboard. Nella stessa interfaccia potrete integrare anche eventuali pagine Facebook e centralizzare così  la gestione dei vostri aggiornamenti. Inoltre, una funzione molto interessante di Hootsuite è la possibilità di schedulare i post così da mantenere un flusso di comunicazione continuativo durante tutte le ore del giorno.

AL DI LA’ DEL VALORE DEL FOLLOWERS

C’è chi dice che valgano 2,5$ l’unoC’è chi ovviamente non è d’accordo (io sono fra questi). Tuttavia, Mashable riferisce di una fonte molto attendibile che avrebbe ricevuto una mail da un sales Twitter che citava: The CPF runs between $2.50 and $4, while the listed CPE rates come in from $0.75 to $2.50. Esiste quindi una valutazione materiale del singolo follower acquisito. Ma come paragonare chi decide di seguire il tuo account spontaneamente e chi lo fa spinto da una pubblicità? Tutti sappiamo che su Twitter esistono metodi per aumentare drasticamente i followers in maniera del tutto fittizia, ma a che serve?

Piuttosto è necessario misurare, se esiste qualcuno in grado di farlo, il reach effettivo rispetto alla propria audience. Quanti ti leggono? Di quelli che ti leggono, a quanti interessa ciò che dici? Quali reazioni e influenze puoi vantare sui tuoi followers? Sono queste le domande da porsi per riuscire a crescere la propria audience in maniera costante.

COME GESTIRE (ED AUMENTARE) I PROPRI FOLLOWERS

Alcune semplici e (spero) utili dritte per aumentare la tua audience.

  • Inserisci una tua bella foto (REALE) come avatar
  • Mettici la faccia (nella foto), sarai più credibile
  • Aggiungi uno sfondo personalizzato
  • Aggiungi una breve ma completa biografia
  • Segui chi veramente ritieni interessante
  • Se segui molti account, crea delle liste per filtrare i contenuti
  • Partecipa al #FF (follow friday) consigliando i profili interessanti
  • Trova contenuti interessanti e condividi notizie “fresche” almeno 3-4 volte al giorno.
  • Condividi anche contenuti multimediali: foto, video, presentazioni, etc…
  • Posta consigli e informazioni utili riguardo il tuo ambito di interesse
  • Ogni tanto cerca di essere off topic, ogni tanto
  • Rispondi ad eventuali commenti o retweet
  • Scopri chi parla di te nella sezione “connect” e interagisci con loro
  • Inizia e partecipa a discussioni aiutandoti con l’aiuto di #hashtag
  • Retwitta i tweet interessanti e simpatici
  • Non twittare o retwittare in maniera compulsiva
  • Non twittare troppo e non twittare troppo poco (max 25 tweet al giorno)
  • Se hai integrato Foursquare non importa condividere ogni spostamento di 100 metri
  • Ringrazia i tuoi nuovi followers in privato
  • Crea una tua nicchia all’interno del social e cerca di essere riconoscibile (per quanto possibile)
  • Fai domande o chiedi pareri utilizzando le @mention, ma non esagerare!
  • Non usare Twitter come un messenger
  • Non preoccuparti del tuo Klout score e di quello degli altri e se non sai cos’è, no problem!
  • Aggiungi la URL del tuo Twitter account alla tua digital signature
  • Se te la senti, aggiungila anche ai tuoi biglietti da visita
  • Integra Twitter nel tuo profilo LinkedIn

Forse i consigli sono più di “alcuni”… :)

Diciamo che più ne seguite, meglio sarà per il vostro profilo! ;)

Hope useful!

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

One Response

  1. [...] sempre più vero che il 2012 sarà l’anno di Twitter e dopo aver parlato delle opportunità di advertising, facciamo il punto con qualche numero e [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top