Il “gruppo” su Internet: bisogno e desiderio di appartenenza

on febbraio 6 | in Social Media | by | with No Comments

Ciao a tutti, scusate se in queste ultime settimane il blog è stato messo in secondo piano, ma il nuovo anno mi ha regalato un trasloco e soprattutto un nuovo bellissimo lavoro… ;) Ad ogni modo, vi consiglio di rimanere connessi sempre e comunque ai canali Twitter e Facebook di nOwmedia: quelli, anche quando il tempo è poco vengono comunque aggiornati con nuovi contenuti condivisi ed interessantissimi articoli…

Scusate. Torniamo al post.

[Photo by raysto]

Un’interessante  infografica presentata da Flowtown ci descrive come gli utenti della rete sentano il bisogno di appartenere ad un gruppo. Infatti, secondo una ricerca di Pew Research, gli internauti sono molto più propensi ed interessati a partecipare ad attività ed eventi rispetto a coloro che non fanno uso del Web… sono più social! ;)

I gruppi più numerosi sono quelli religiosi e spirituali, ma allo stesso tempo sono quelli all’interno dei quali è presente una grandissima parte di non-internet users (presumibilmente le persone più anziane).

Come interagiscono i membri del gruppo?

  • 65% attraverso il sito del gruppo
  • 67% scrivendosi email
  • 56% leggendo le newsletters del gruppo
  • 24% attraverso discussioni online

Inoltre è da sottolineare la “viralità” della partecipazione al guppo, infatti:

il 57% dei membri afferma di essere stato invitato da altre persone a partecipare e il 38% dei membri di aver utilizzato la rete per invitare i propri conoscenti. Fra gli invitati e gli invitanti i giovani la fanno da padroni, ma è normale che siano loro ad utilizzare con maggiore frequenza ed esperienza la rete e i suoi strumenti.

A mio modo di vedere è ovvio (ed evidente da tempo) il riflesso della vita reale nella vita virtuale. Il desiderio di appartenenza è sempre stato e sempre sarà presente in ognuno di noi. La volontà e talvolta la speranza di essere riconosciuti in un determinato gruppo di persone, che condividono un certo tipo di valori o idee, è obbiettivo comune. Anche la volontà di essere riconosciuti fra coloro che non appartengono a “nessun gruppo” di fatto si trasorma paradossalmente in desiderio di appartenenza.

Che ben venga, sempre nella legalità e nel rispetto delle regole, il diritto di associazione, anche online…

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top