Facebook Social Inbox: cos’è e cosa NON è

on novembre 16 | in Social Media Marketing | by | with 1 Comment

Facebook mail si, Facebook mail no.
Alla fine nessuno dei due, ma un indirizzo @facebook.com lo avremo comunque.

Facebook Social Inbox, questa la definizione utilizzata da Mark Zuckerberg durante l’attesa presentazione di ieri.

Dal momento che in molti erano già pronti ad annunciare la morte di Gmail & Co., prima di dire cos’è la Facebook Social Inbox, andiamo a vedere cosa non è.

Che cosa NON è:

NON E’ IL CLASSICO SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

  • non sarà possibile gestire il servizio separatamente dal proprio profilo di Facebook
  • non sarà possibile inviare vere e proprie email con indirizzo user@facebook.com
  • non sarà possibile utilizzare client di posta come Outlook, Thunderbird o altri
  • non sarà possibile creare un indirizzo personalizzato se si è già registrato una vanity url
  • non è uno strumento pensato per la produttività ed il lavoro, ma “per  gli amici”

Che cos’è:

E’ UNA PIATTAFORMA INTEGRATA PER LA COMUNICAZIONE ON LINE

  • sarà possibile ricevere in un’unica casella messaggi, sms e “email”
  • chiunque, anche non iscritto a facebook, potrà inviarvi messaggi al vostro indirizzo “fmail” e voi riceverete il contenuto come messaggio all’interno della vostra casella
  • sarà possibile impostare 3 configurazioni: visualizzazione di tutti i messaggi / messaggi di amici / messaggi di amici di amici
  • sarà possibile accedere alla conversation history, ovvero lo storico delle conversazioni (insant messaging+sms+email), raggruppate “per amico”
  • scompare il concetto di oggetto, tipico delle email; i messaggi, secondo una soluzione di continuità, sono considerati parte di conversazioni
  • è uno strumento pensato per rafforzare i rapporti con le persone a cui voi tenete, quindi dimenticate il suo utilizzo se avete 1000 “amici”


Facebook Social Inbox
è uno strumento creato per l’utente e non l’ennessima opportunità di marketing per le aziende. Non si tratta di un servizio email, ma l’email è parte integrante del sistema.

Questione di posizionamento

Facebook ha deciso di non mettersi in diretta competizione con Gmail, Hotmail e Yahoo sul campo delle email, in quanto era cosciente che, lanciando un servizio essenzialmente identico e senza valore aggiunto, in pochi sarebbero stati disposti a lasciare il vecchio per il nuovo (io non l’avrei mai fatto).

Facebook ha pensato di posizionarsi in maniera differente, ridisegnando il concetto di email, creando un centro messaggi che possa nel tempo coinvolgere l’utente e portarlo magari ad utilizzarlo in maniera prevalente rispetto alla “cara e vecchia  email”, ma in maniera graduale.

I possibili vantaggi

Potrete inviare email, messaggi istantanei (chat) o sms ai vostri contatti, certi che la persona destinataria li riceverà e, in presenza di Facebook addicted, il messaggio verrà visualizzato molto presto, probabilmente prima di una classica email (in quanti accedono alla mail dal cellulare? e in quanti accedono a Facebook?). Inoltre avrete la possibilità di conservare lo storico di tutte le vostre “conversazioni” (messaggi in chat, sms o email) con un vostro/a amico/a organizzate in un unico spazio.

Il prezzo da pagare

Materialmente nessuno, il servizio è gratis (potete richiedere un’invito qui: http://www.facebook.com/about/messages). Immaterialmente parlando, il prezzo è caro, in quanto regalate le vostre conversazioni catalogate ed organizzate in maniera ancora più precisa e completa a Facebook, che sa già praticamente tutto di voi. Non è poco.

Per dovere di cronaca sottolineo che Mark Zuckerberg ha rassicurato che non sarà un servizio intrusivo, dunque non verrà intaccata la privacy degli utenti e che non verranno analizzati i contenuti delle conversazioni a fini pubblicitari. (il riferimento a Gmail NON è puramente casuale)

Conclusioni

In conclusione, Facebook ha attirato l’interesse su di sè facendo qualcosa di poco innovativo, ma comunque nuovo, qualcosa di poco originale, ma comunque interessante.

Per adesso questo servizio è rivolto agli utenti come supporto ai loro rapporti di amicizia e non è un vero e proprio servizio email.

Per adesso mi sento di poter dire che nessuno, almeno in rapporti professionali si sentirà di invitare un proprio cliente/fornitore a inviare un preventivo, una relazione o simili sulla sua “casella Facebook”. Per adesso.

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

One Response

  1. [...] This post was mentioned on Twitter by ★ nOwmedia.it ★, ★ nOwmedia.it ★. ★ nOwmedia.it ★ said: Facebook Social Inbox: cos'è e cosa NON è. http://t.co/S4NnA5K via @nOwMediaOnLine [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top