Come non perdere mai un articolo interessante! [INFOGRAPHIC]

on settembre 16 | in Social Media Marketing | by | with 2 Comments

Qualcuno penserà che ho copiato il post a [mini]marketing. Non è così. ;)

In compenso la penso esattamente come lui.

Stavo buttando giù questo flow chart da un paio di giorni, nei miei piccoli ritagli di tempo. Anche io, come Gianluca e moltissimi altri (credo), vivo con il “terrore” di perdermi un buon articolo. Se questo, a dir la verità, accade raramente a chi è costantemente connesso e abbonato a un sacco di feed, capita molto più spesso che un ottimo articolo scovato sulla rete si perda di vista.

Scusate, mi correggo: capitava.

Infatti, nel corso degli ultimi mesi (o anni), grazie alle moltisisme applicazioni geniali sfornate,  credo di aver messo a punto un sistema che rende molto difficile, se non impossibile, perdere di vista qualcosa che ha attratto la mia attenzione

In questo grafico riassumo il “mio” sistema di “raccolta differenziata” delle news, molto simile a quello proposto da [mini]marketing.

Non sto a elencare tutti i passaggi, in quanto credo sia abbastanza chiaro come le applicazioni interagiscano l’una con l’altra.

Consigli? Opinioni? Chiarimenti? Sono curioso di consocere il vostro feed flow chart.
Come vedrete, a differenza di Gianluca, io non utilizzo delicious… Almeno non ancora.

Comunque nessuno dica che i feed rss e i reader sono morti.

Per concludere un grazie a Mobile Rss, l’app davvero indispensabile su qualsiasi iPhone. D’accordo?

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

2 Responses

  1. Paolo Ratto scrive:

    Interessante la dinamica. Io anche faccio qualcosa di simile. Reader ha una funzione fondamentale poichè è li che una gran parte del materiale viene raccolto. Ultimamente uso molto Delicious poichè mi permette una catalogazione degli articoli (privati o condivisi) per tag, cosa che reputo fondamentale. Twitter lo uso abbastanza sia per gli spunti che prendo sia per quelli che do (condivisione articoli). Ultimamente utilizzo anche Zite, un servizio consigliatomi da Dario Salvelli, un “personal web filter” che oltre alle funzioni di aggregatore mi ha permesso di scoprire fonti nuove grazie a tag di ricerca che vengono memorizzate.
    Per il resto è molto importante lo schema mentale e avere il tempo di seguire tutto.

  2. Ric scrive:

    Ciao Paolo, che piacere vederti da queste parti. ;)
    Ti ringrazio del commento.Credo che proverò anche io ad utilizzare delicious, ma non ti nego che già così ho il pieno controllo dei miei feed. Di certo bisogna essere abbastanza news addicted per riuscire a seguire il tutto, personalmente utilizzo qualsiasi ritaglio di tempo. ;)
    Mi vado subito a vedere questo Zite… Grazie mille per la dritta! A presto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top