Geo Social War: [Foursquare Vs Gowalla] Vs Places

on agosto 30 | in Social Media Marketing | by | with 1 Comment

Mentre Foursquare supera ufficialmente i 3 milioni di utenti, la “guerra” tra i geo social media, i location based services, continua…

Il panorama dei Geo Social Network

Esistono molti servizi di geolocalizzazione, fra questi i più conosciuti sono:

Tuttavia,  i veri pretendenti sono Foursquare e Gowalla, con il famoso “novellino” Facebook Places.

Non potendo ancora parlare con precisione di Places, vorrei trattare brevemente quelle che sono le principali differenze fra i due servizi Foursquare e Gowalla. In molti, fin dai mesi scorsi, vedevano i due “giochi” come concorrenti, ma chi di voi ha avuto modo di provarli entrambi, si sarà reso conto che l’esperienza dell’utente è diversa, seppur  il principio alla base delle due applicazioni sia sostanzialmente lo stesso.

I principi di Foursquare sono:

  • Mayorship: la possibilità di diventare “sindaco” di un luogo. Basta essere la persona che ha effettuato più check-in negli ultimi 60 giorni. La carica di sindaco deve essere “difesa” da chi frequenta i nostri stessi places.
  • Bagde: distintivi assegnati al raggiungimento di un determinato obiettivo. Gli obiettivi sono moltissimi ed è praticamente impossibile raggiungerli tutti. Si va da aver effettuato il check-in in 25 luogi diversi, fino a cose quasi impossibili. Se volete una lista dei badge che si possono “conquistare”, on line ho trovato che fa per voi: http://www.4squarebadges.com/foursquare-badge-list/
  • Classifica: ogni utente, per ogni check-in, ogni luogo inserito nel database, per ogni obiettivo raggiunto, raccoglie dei punti, necessari a scalare la classifica locale (dei “vicini”) e globale.

Ovviamente, nell’insieme, ogni utente viene coinvolto in maniera abbastanza rapida, e certamente il fatto di “diventare sindaco” di un luogo, spinge ad un passaparola “competitivo” (chi non direbbe agli amici di essere diventato sindaco della vostra città? O del pub, o altro…). ;)

L’unico difetto di Foursquare, che certamente verrà corretto quanto prima, è la possibilità di fare diversi check-in in rapida successione l’uno dall’altro e in posti anche relativamente distanti fra loro; questo può indurre a “barare”.

I principi di Gowalla sono:

  • Stamps: si riceve un francobollo per ogni luogo in cui si effettua il check-in. Ovviamente esistono stamps per i luogi di maggior interesse (le grafiche dei francobolli sono davvero ben fatte!)
  • Oggetti: ogni qualvolta si effettua il check-in in un luogo si può “trovare” degli oggetti. Questi oggetti possono essere scambiati, persi, ritrovati, un po’ come nella realtà. ;)
  • Spille: simili alle badges di Foursquare, vengono assegnate al raggiungimento di determinati obiettivi. Ne sono presenti un numero inferiore rispetto a Foursquare.
  • Trips: la possibilità di seguire dei percorsi, dei viaggi, che consentano il raggiungimento di un determinato obiettivo (con relativa pin). I trips sono creati fra gli altri da National Gegraphic, CNN, Usa Today, e possono riguardare paesaggi, come tour gastronomici, musicali, etc…

Forse l’unico “difetto” di Gowalla è proprio quello di essere un po’ più complicato rispetto a Foursquare, meno intuitivo e forse meno competitivo, ma certamente le sue potenzialità non sono indifferenti.

Dunque, non volendo decretare un vincitore fra le due applicazioni sulla base delle mie impressioni, voglio basare la mia analisi comparativa anche sui dati forniti da Google Statistiche.

In questa prima immagine, è possibile osservare la crescita esponenziale di “Foursquare” per volume d’interesse a livello mondiale (nel grafico è presente anche il volume di interesse per Loopt)

In questa seconda immagine il confronto è riferito esclusivamente all’Italia:

Da i grafici si deduce che probabilmente sarà (o lo è già) Foursquare il vero vincitore della Geo Social War“; dall’inizio del 2010 ha dimostrato una crescita pressochè costante di popolarità.

Una cosa è certa: la nascita di Facebook Places ha giovato (seppur indirettamente) alla crescita di popolarità di Foursquare, diciamo pure che on line si è parlato e si sta parlando molto più di Foursquare che di Places, proprio dalla nascita di quest’ultimo.

Che sia stato proprio Places a decretare il successo di Foursquare? Voi che ne pensate?

In quest’ultimo grafico, per vostra conoscenza, ho voluto comparare nella stessa immagine l’interesse per Foursquare, Gowalla e Facebook Places. Come prevedibile ed evidente, Places, in pochi giorni, ha raggiunto per  interesse  globale (volume di ricerche effettuate su Google in tutto il mondo) Foursquare.

Per completezza, allego 4 infografici ccomparativi dei location based service.


state of location based service

Fonte: Mesgulsinyali.com

Geo Social Network a confronto

Fonte: Flickr


Fonte: Viralheat


Fonte: Mashable

The following two tabs change content below.

Riccardo Scarascia

Digital Marketer
Una laurea in Economia ed un master in Marketing e Comunicazione, innamorato di Internet e delle nuove forme di comunicazione, lavora come Digital Marketer e scrive di Social Media e Social Media Marketing sul suo blog nOwmedia.it.

Ultimi post di Riccardo Scarascia (vedi tutti)

Commenti su Facebook

commenti

One Response

  1. [...] già parlato di cosa sia Foursquare e anche delle differenze tra Foursquare e Gowalla, ma oggi vorrei soffermarmi sul primo e stilare una lista dei consigli per integrare al meglio il [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top